Social Media Corner - Social Media Corner

Social Media Corner di Luca Conti

RSS Feed

Digital Life Design 2009 – Day 1

Ieri ha preso il via Digital Life Design 2009, la quinta edizione di una conferenza promossa dall'editore tedesco Burda. Forte di un panel di speaker di primo livello, grazie anche alla vicinanza temporale con il World Economic Forum di Davos, DLD si sta affermando come una delle migliori conferenze tecnologiche e innovative in Europa.

Circa mille sono gli invitati attesi da tutta Europa per discutere il tema dell'anno "New Realities".

La conferenza, in corso in questi minuti e seguita con un live blogging ufficiale sul sito DLD, è entrato nel vivo con il primo panel dedicato a discutere con alcuni top manager (da alcuni dei top sponsor dell'evento) sulle sfide che ci attendono nel prossimo futuro e su cosa possiamo fare per cogliere le opportunità che si presentano in questo momento di crisi economica globale.

Tutti i relatori hanno concordato sull'importanza della persona e delle relazioni umane all'interno dell'azienda. La globalizzazione, con l'impatto demografica che porta con sé, non può essere affrontato con un neo protezionismo e l'Europa rischia di diventare presto il dinosauro schiacciato tra il dinamismo asiatico e la flessibilità del mercato americano.

La crisi economica aumenta la pressione sulle aziende, indubbiamente, ma allo stesso tempo spinge a far meglio e cogliere le nuove opportunità che si presentano.

Tra gli spunti interessanti degli altri panel, certamente da approfondire nelle prossime settimane, la presentazione del progetto Carmat per il cuore artificiale di ultima generazione. L'obiettivo del progetto, tenuto segreto per 15 anni e finanziato da vari investitori tra cui EADS con 15 milioni di dollari, è di impiantare i primi cuori artificiali in pazienti senza altre alternative entro i prossimi 2/3 anni, raccogliendo un totale di 100 milioni di dollari, in un mercato stimato essere di oltre 1 miliardo di dollari l'anno.

Chiude la giornata una sessione dedicata all'autore di Predictably Irrational, libro vincitore di numerosi riconoscimenti. Più spesso di quanto possiamo credere prendiamo decisioni irrazionali sull'onda delle emozioni. Esserne consapevoli è il primo passo per prendere decisioni migliori.