Social Media Corner - Social Media Corner

Social Media Corner di Luca Conti

RSS Feed

Web Analytics 2.0: Ripensare le decisioni nel mondo del 2.0 – Web 2.0 Expo NY

La presentazione di Avinash Kaushik è stata la più trascinante dell’intera giornata, per la capacità di trarre un tema complesso quanto tecnico quali sono le web analytics, ovvero la scienza che studia le metriche della rete.

Kaushik è un vero esperto della materia e, da un blog di grande successo, ha tratto un libro di altrettanto successo che gli ha permesso di donare 31.000 $ in beneficenza, tanti quanti sono stati i diritti d’autore della pubblicazione, ancora oggi in commercio: Web Analytics an hour a day.

La presentazione merita una visione completa, per la chiarezza e la complessità dell’argomento trattato. A seguire alcuni dei concetti chiave espressi da Kaushik.

Cosa e quanto, del web, lo sappiamo già. Ciò che non sappiamo invece è il perché.

Strategico è ottenere dati di competitive intelligence.

Molto importanti non sono le pagine viste e i visitatori ma altri parametri meno studiato come, ad esempio, il bouce rate sui referrer del proprio sito web.

Il tasso di conversione di un sito è un elemento strategico ma non necessariamente deve riferirsi soltanto alle vendite online. Ognuno può stabilire il proprio obiettivo di conversione e misurare così, indirettamente, soldi guadagnati o risparmiati. Toyota viene citata come esempio virtuosi perché il suo configuratore di auto online gli ha permesso di guadagnare, in ricerca di mercato risparmiata, un milione di dollari contro 25.000 dollari relativi al costo del sito.

1.74% è il tasso di conversione medio del web globale.

Misurare le microconversioni, stabilire degli obiettivi e misurarli.

Nuove metriche da tenere sotto controllo sono, ad esempio, la fedeltà dell’utente (ogni quanto torna sul sito) e la visitor recency (da quanti giorni l’utente ha compiuto l’ultima visita).

Don’t guess, don’t impose. Parter.