Social Media Corner - Social Media Corner

Social Media Corner di Luca Conti

RSS Feed

Il social networking all’ombra di Facebook

Altro pezzo non uscito oggi in edicola su Nova24 per sciopero dei giornalisti del Sole 24 Ore

Nonostante non abbia rivali, il social networking cresce oltre
Facebook, tra novità e conferme. Il mondo business non rinuncia ai
social networking per creare nuove opportunità. Se Linkedin, forte di
85 milioni di membri, sembra avviarsi verso la quotazione nel corso
del 2011, Viadeo ne conta oltre 65 milioni, grazie alla leadership in
Francia e in nuovi entranti come Cina e India. Lo stesso Ning, nato
per supportare community con il proprio social network privato e
personalizzato e passato nel corso del 2010 ad un modello soltanto
premium, ha raggiunto un mese fa 80mila network attivi e paganti – da
20 a 500 dollari all’anno – e oltre 70 milioni di visitatori mensili.


Tra i teenager continua a spopolare Habbo, il social network nato nel
2000 in cui è possibile crearsi un avatar e interagire con gli altri
utenti in un mondo virtuale. A dicembre gli utenti italiani hanno
superato quota 6 milioni, 185 milioni nel mondo, con ricavi
pubblicitari in crescita costante. Non altrettanto si può dire per
Netlog, accreditato con 72 milioni di utenti tra giovani e
giovanissimi, ma con un 2010 in discesa per traffico e attenzione,
secondo indicatori quali Alexa e Google Trends. Diaspora, la promessa
anti-Facebook, aperta ai primi utenti è ancora troppo acerba per
essere oggetto di valutazione.


Il blogging è tutt’altro che morto, come dimostra Tumblr. La startup
newyorkese è balzata al vertice delle piattaforme che offrono un blog
gratuitamente, grazie alla community sempre più attiva ed estesa. Una
crisi di crescita ha provocato il 5 dicembre un blackout di oltre 24
ore, oggi prossimo ai 10 milioni di utenti e quasi 2 miliardi di
pagine viste al mese. E’ proprio la community, con apprezzamenti e
reblog, ad aver consentito a Tumblr di avvicinarsi a WordPress, che ha
chiuso il 2010 con 30 milioni di blog e 23 miliardi di pagine viste.
Nonostante le community intorno alle foto vedano Facebook e Flickr con
miliardi di immagini in archivio, Instagr.am si fa largo.


L’applicazione gratuita per condividere immagini dall’iPhone ha
superato 1 milione di utenti in dieci settimane e c’è chi scommette su
una prossima vendita milionaria, magari proprio a Yahoo!